strumenti

Intervento

Il cancro della prostata è il più comune tumore solido negli uomini e la seconda causa neoplastica di morte nei paesi sviluppati. Una diagnosi precoce risulta fondamentale per ridurre il numero di decessi correlati, ma lo screening della popolazione per questo tipo di neoplasia rimane controverso, principalmente per la scarsa specificità e sensibilità del PSA, il test dell’Antigene Prostatico Specifico, prescritto agli uomini per scoprire i primi segni di un ingrossamento della prostata, responsabile di un’alta percentuale di biopsie non necessarie e con un elevato numero di falsi positivi. In questo scenario si inquadra INNOPROST, progetto nato dalla collaborazione scientifica e industriale tra il Romolo Hospital - Clinica Urologica e Centro di Chirurgia mini-invasiva e l’Università Magna Graecia di Catanzaro. L’intervento ha permesso di identificare una procedura scientifica ripetibile che permette, tramite l'analisi proteomica di sieri e urine, e non più tramite il prelievo di campioni di tessuto biologico, di individuare nuovi marcatori tumorali specifici per le patologie maligne così da ridurre i tempi diagnostici e le procedure invasive, aumentando anche il grado di predittività dell'esame, ovvero di poter stabilire già in fase diagnostica l'aggressività del tumore, permettendo un aumento delle percentuali di sopravvivenza alla patologia maligna e definendo un percorso post-chirugico personalizzato per il singolo paziente. I risultati della sperimentazione INNOPROST hanno una triplice valenza: scientifica, relativa alla conoscenza sul proteoma legato allo sviluppo e alla progressione del cancro prostatico; tecnologica, perché ha potuto definire e standardizzare una tecnologia di spettrometria di massa rapida e affidabile per la diagnostica precoce; industriale, perché consentirà di mettere a punto kit di peptidi sialilati che potrebbero essere, nel prossimo futuro, utilizzati nella pratica clinica e, quindi, industrializzati. Il progetto di ricerca è stato, inoltre, l’occasione per sviluppare un altro importante strumento, ovvero un database per l’inserimento e l’integrazione delle informazioni cliniche e dei dati spettrometrici dei pazienti, che facilita la condivisione di informazioni tra i gruppi di studio e pone le basi per le analisi multivariate previste all’interno del progetto. Le conoscenze acquisite, infine, hanno reso possibile un’innovazione nella gestione di banche dati di campioni biologici.
Leggi di più


Dati


Asse

Asse 1

Ricerca ed innovazione

calendario

Tempistiche

Data inizio: 05/12/2017
Data fine: -


strumenti

Azione 1.2.2

Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo su aree tematiche di rilievo e all’applicazione di soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione delle strategie di S3

obiettivo

Obiettivo specifico 1.2

Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale
aggiornamento
Ultimo aggiornamento
01/08/2019



Importo totale

€ 730.153,88

Importo pubblico ammesso

499.913,55 €


Importo privato

€ 230.240,33


Spesa certificata (Ultima DDP)

€ 358.715,19










Avanzamento della spesa

avanzamento
percentuale

Avanzamento della spesa



71.00%

Luoghi

pin

Rocca di Neto Cupone, Calabria Italia

Via S.Pertini, Località Cupone, Rocca di Neto, KR
 

Luoghi

pin

Rocca di Neto Cupone, Calabria Italia

Via S.Pertini, Località Cupone, Rocca di Neto, KR
icon asse rdc

Partecipa a un bando di Calabria Europa

share